Blog: http://acquaepane.ilcannocchiale.it

Lourdes:-A passi lenti dentro l'anima

 

 

 
 
M’assorbi l’anima
Placata d’affanno
Mi vesto di te.
 
 

Nel silenzio della sera,nasce senza parole,senza domande,un

dialogo profondo tra l'essere umano immobile dinanzi alla grotta,

e la Madonna.

E' la sofferenza degli ammalati che taglia con forza come un

fiume che lava l'anima;

si zittisce la vacuità umana,

si ritrova senza

avvertirlo inizialmente,

il profondo senso dell'essenziale,del vero.

E  ci si sente piccoli dinanzi al mistero che avvolge tutto il luogo

sacro.

Una grotta...

un fiume umano in silente fila che tocca con le mani protese

ogni angolo di roccia, che si passa sul viso,sul corpo,l'umido delle

 pareti rocciose,che osserva l'acqua scorrere limpida sotto il vetro

trasparente.

La fragilità umana a Lourdes diventa forza!

Ed il silenzio regna,mentre l'uomo sgorga nuovo alla sua stessa vita.

E' un mistero, un meraviglioso,dolcissimo mistero Lourdes!.

f.p.

 

Pubblicato il 16/10/2012 alle 19.28 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web