Blog: http://acquaepane.ilcannocchiale.it

Rimandi il Tempo




Ti percepisci sveglia
chiuse le palpebre
vuote le parole
senti lontano il giorno


E’ l’alba


Senza forze non reagisce il corpo
silenzio nel silenzio
diventa immobilità anche il pensiero

Affondi gli occhi nel non sentire
immobilità
ti lasci andare per rimandare il tempo


Ma il giorno apre piano piano gli occhi
incalzano nell´animo i pensieri
li guardi ad uno ad uno
li prendi per mano
li metti in fila
per ordinarne i passi

Riflettono in silenzio gli sguardi
avanza veloce l’ora
saluti piano l´alba

Col suo passaggio ti ha regalato il sogno.

Pubblicato il 30/3/2016 alle 3.39 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web