Blog: http://acquaepane.ilcannocchiale.it

E S’ IMPENNA IL DISBOSCAMENTO




Corpo caldo mi stringo al fianco tuo
Goccia di desiderio a pelle contro il vuoto

Difendo me nel viaggio salvandoti dal buio
Profondità lucida fatta di rosso luna
Profondità precoce per dimenticare ancora
Segreto d’una vita che sa lottare per salvarsi

Ti dico a labbra rosso fuoco il mio sapore
Amore vestito di passione ti svesto l’anima
Sguardo diretto ti svelo i segreti del tuo vivere
Segno tangibile io contro le tue barriere
Poesia tu che sa di poter annullare il niente

E labbra a ricercare labbra
Ed occhi che si chiudono a catena
E rosso fuoco attorno

Braccia le mie
arnesi per coltivare il corpo tuo
campo tu arido da arare
sorgente da far sgorgare nuova dalla roccia

E ti vesto
e mi spogli

Respiro sottile e fragile l’Unirsi

improvviso il fuoco
e s’impenna il disboscamento nei nostri esseri

Tempo su di noi l’Attimo si scrive nuovo











Pubblicato il 4/2/2005 alle 18.51 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web